Come ottenere il Risarcimento del Volo Compagnie aeree in crisi e Rimborsi Aerei non erogati ai passeggeri. Ecco come ottenerli gratuitamente.

Come ottenere il Risarcimento del Volo Compagnie aeree in crisi e Rimborsi Aerei non erogati ai passeggeri. Ecco come ottenerli gratuitamente.

23.06.2021 Off Di admin

Uno degli effetti più evidenti che la crisi causata dalla pandemia da Covid-19 ha avuto sulle nostre vite è stata la riduzione della libertà agli spostamenti individuali. Se fino a un anno fa prendere un aereo sembrava una delle cose più semplici da fare, anche in virtù dei prezzi spesso bassi che molte compagnie potevano offrire, oggi la situazione è profondamente cambiata. Questo non ha avuto ripercussioni solo sui viaggi in generale, ma soprattutto sui lavoratori che operano nel settore del trasporto aereo.


L’impatto del Covid-19 sul settore del trasporto aereo

L’anno peggiore nella storia dei trasporti aerei, così è stato definito il 2020, che secondo la IATA (International Air Transport Association) ha visto un crollo nel traffico di passeggeri globale del 65,9% rispetto al 2019, con -75,6% per i voli internazionali e -48,8% per quelli nazionali. Il paese che ha visto il crollo maggiore rispetto a tutti gli atri è stato l’Asia, con un calo del 80,3% rispetto al 2019 e del 94,7% durante il mese di dicembre 2020 a causa dei lockdown generalizzati.

Le diverse limitazioni imposte alla mobilità, il diffuso timore nell’intraprendere un viaggio, soprattutto verso i paesi esteri, e le procedure di sicurezza diverse e poco chiare da nazione a nazione, hanno creato nel mondo del trasporto aereo una crisi che non ha precedenti nella storia.

Il trasporto aereo, fortemente penalizzato dalle misure restrittive adottate in molti Paesi, ha subito non poche ripercussioni anche in Italia, nonostante la Commissione europea abbia annunciato nuove regole per gli aiuti agli stati in grado di aumentare la capacità di manovra e sospensione del Patto di stabilità per le spese sostenute per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Questa situazione avrà conseguenze per gli anni a venire e minaccia la redditività economica delle imprese, i posti di lavoro e le condizioni di lavoro.

Il rischio per i lavoratori delle compagnie

Alle ricadute sul comparto dell’aviazione vanno aggiunte tutte le conseguenze negative sull’indotto. La fase di lockdown ha sostanzialmente fermato la domanda e l’offerta di servizi di trasporto passeggeri. Il perdurante calo nel numero di passeggeri in transito nelle diverse strutture aeroportuali ha portato significative perdite anche alle attività relative ai servizi commerciali rivolti ai passeggeri nelle strutture aeroportuali e non solo alle compagnie.

Nei mesi di lockdown queste ultime tuttavia sono state costrette a lasciare i loro aerei fermi, con la conseguenza che molti lavoratori legati al settore dei trasporti e del turismo si sono visti costretti a restare a casa, acuendo la crisi dell’aviazione civile. Quella del trasporto aereo rischia di non essere la crisi di una singola azienda, ma di un intero sistema. In Italia i diversi sindacati e le compagnie hanno chiesto più volte a gran voce l’intervento dei Governi, che sia rapido e tempestivo per il futuro del trasporto aereo.


Le previsioni di ripresa del settore aereo

Si stanno registrando tuttavia nelle ultime settimane dei segnali di ripresa: in molte aree del mondo le restrizioni sono divenute meno ferree e un gran numero di persone stanno avendo modo di effettuare almeno la prima dose di vaccino. La sia pur timida ripresa dell’intero comparto del trasporto aereo è infatti letteralmente “appesa al filo” delle vaccinazioni globali e alle loro tempistiche nei vari Paesi del mondo.

I viaggi di piacere per il tempo libero dovrebbero tuttavia, difatti recuperare più in fretta dei viaggi d’affari, pur con qualche aggiustamento a favore delle brevi e medie distanze rispetto alle destinazioni internazionali per una percezione dovuta alla maggiore sicurezza: i voli entro i confini nazionali saranno preferiti.


Rimborso volo cancellato Covid 19

Resta in piedi, comunque, il rimborso per restrizioni dovute al covid19 e il Risarcimento del Volo quando questo viene cancellato senza motivo o arriva a destinazione con molto ritardo rispetto all’orario stabilito.

Risarcimento del Volo: come trasformare una disavventura in una opportunità.

I passeggeri che volano in Europa o da e verso paesi extra UE con vettore comunitario sono tutelati dal Regolamento UE 261/2004 che stabilisce i loro diritti e i doveri delle compagnie aeree. In caso di Volo in Ritardo superiore alle 3 ore , Volo Cancellato o Overbooking il passeggero ha diritto a:

• essere informato in maniera tempestiva dalla compagnia aerea;

• essere assistito e ricollocato” su un volo alternativo il prima possibile, senza spese aggiuntive;

• un Risarcimento danni da 250,00 – 400,00 o 600,00 Euro a seconda della tratta del volo.

Il passeggero, inoltre, può scegliere se accettare o rifiutare la riprotezione o decidere di raggiungere la destinazione finale del suo viaggio con altro mezzo. In questo caso al passeggero spettano sia il rimborso del costo del biglietto del volo cancellato sia la compensazione pecuniaria, da riconoscersi anche a chi accetta la soluzione alternativa proposta dalla compagnia aerea.

Da non dimenticare il fatto che i viaggiatori possono ottenere il risarcimento entro 2 anni dalla data del volo, indipendentemente dal costo del biglietto aereo. Se ad esempio il vostro biglietto è costato poche decine di euro e il volo ha subìto una cancellazione o l’aereo in ritardo è arrivato a destinazione con almeno 3 ore di ritardo a causa di un problema cagionato dalla compagnia aerea, potete trasformare la vostra disavventura in una opportunità ottenendo un risarcimento minimo di 250,00 Euro oltre il rimborso del prezzo del biglietto.

Ci sono invece situazioni cui, al passeggero, non spetta il risarcimento e quindi  non ha il diritto di ricevere una compensazione pecuniaria da parte della compagnia aerea. Non si ha diritto al risarcimento:

  • Quando i passeggeri sono stati informati della cancellazione del volo con almeno 14 giorni dalla data di partenza;
  • Quando i passeggeri sono stati informati della cancellazione del volo fino a 7 giorni prima e gli sia stato proposto un volo alternativo con arrivo a non più di 4 ore da quello previsto;
  • Quando i passeggeri sono stati informati della cancellazione del volo meno di 7 giorni prima e gli sia stato proposto un volo alternativo con arrivo a non più di 2 ore da quello previsto;
  • Quando il vettore aereo può dimostrare che la cancellazione del volo è dovuta a circostanze straordinarie ( voli cancellati per maltempo, sciopero o motivi di sicurezza).

Non vi resta altro che ricordare se i vostri viaggi effettuati in aereo sono stati condizionati da questo tipo di disavventure, recuperare la carta di imbarco o la prenotazione e contattare, quanto prima, ilMioVoloCancellato.it che vi aiuterà ad ottenere gratuitamente l’indennizzo che vi spetta.


Risarcimento per problemi al bagaglio.

In caso di problemi con il bagaglio, la Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999 ed il Regolamento Comunitario n. 889/2002/CE, prevedono a tutela dei passeggeri del trasporto aereo l’obbligo di risarcire il danno subìto fino ad un massimo di € 1.167,00 se, una volta giunti a destinazione, il bagaglio risulta danneggiato, distrutto o smarrito.

La prima cosa da fare , in questo  caso, è quella di compilare l’apposito modulo denominato P.I.R. – Property Irregularity Report – presso l’Ufficio Lost & Found dell’aeroporto di arrivo.

In caso di bagaglio danneggiato, i termini per formulare il reclamo finalizzato ad ottenere il rimborso sono particolarmente stringenti e scadono trascorsi 7 giorni dalla data di riconsegna del bagaglio.

 Risarcimento Volo gratis con Il Mio Volo Cancellato

La stragrande maggioranza dei passeggeri non è a conoscenza dei diritti stabiliti dal Regolamento UE del 2004 e si “accontenta” del rimborso del biglietto aereo o di un voucher offerto dalle compagnie aeree per scusarsi per il disagio arrecato.

Nonostante le normative di riferimento siano molto chiare, per il passeggero risulta difficile far valere in autonomia i propri diritti. A supporto dei viaggiatori arriva in aiuto il servizio offerto da ilMioVoloCancellato che tutela i diritti dei passeggeri fornendo assistenza legale gratuita e senza costi allo scopo di far ottenere, a ciascun passeggero, un Risarcimento Aereo o un Rimborso del biglietto a seconda dei disagi che si sono verificati con le compagnie aeree.

Il funzionamento del servizio è molto semplice. E’ sufficiente collegarsi al sito e compilare l’apposito modulo di Rimborso indicando i dettagli del volo e inviare la richiesta di risarcimento del volo.

L’importante è conservare copia della carta di imbarco o della prenotazione del volo. Una volta avviata la procedura, il passeggero dovrà solo avere un po’ di pazienza e attendere l’iter conclusivo della procedura per ottenere il giusto risarcimento che gli spetta in caso di aereo in ritardo, volo cancellato o problemi al bagaglio direttamente sul proprio conto.

Unico neo? Il fattore tempo. Vi è infatti un limite di tempo di 2 anni dalla data del volo per inviare un reclamo aereo. Non tergiversate, siete in mani esperte per ottenere il rimborso o il risarcimento che vi spetta.