Cercasi barman. La crisi che non conosce crisi

Cercasi barman. La crisi che non conosce crisi

10.06.2021 Off Di admin

Il mondo del lavoro è rapidamente mutato nel corso degli ultimi decenni, evolvendo al passo con i cambiamenti della società.  La mutazione ha apportato flessibilità e dinamismo, ma anche precarietà è timori.  Il mito del posto fisso si è costantemente trasformato in una figura in movimento, in cui il lavoratore sembra meno stabile, ma indubbiamente più responsabile di se.

 

Il barman rappresenta una figura all’avanguardia, che inconsapevolmente ha anticipato i tempi: sono migliaia che hanno saputo sfruttare il dinamismo di questa professione per evolversi. Essere barman consente al lavoratore di imparare un metodo di lavoro che parla una lingua universale: questa metodologia consente di viaggiare, spostarsi, crescere. Inoltre il settore lavorativo – ristorazione, accoglienza, turismo – è soggetto a stagionalità, fatto che determina una domanda da parte delle attività che subisce picchi e cali. Così in alcuni casi il barman diventa una sorta di nomade che si sposta tra locali e città.

 

Questa versatilità ha donato alla figura del barman una buona possibilità di trovare occupazione più facilmente di altre professioni. Se si aggiunge questa caratteristica ad alcune peculiarità tradizionalmente in possesso del popolo italiano, si modella una figura lavorativa letteralmente esplosiva. La scuola italiana ha una tradizione lunga e prosperosa: l’accoglienza italiana fa scuola in tutto il mondo e i barman italiani insegnano l’arte nel mondo. Non è un caso se dall’Asia all’Europa, passando dal resto dei continenti, i barman italiani reggono le sorti dei banconi più prestigiosi. Agostino Perrone, Salvatore Calabrese, Simone Caporale, Giorgio Fadda, Domenico Carella: sono alcuni dei nomi più importanti del panorama mondiale, non a caso provenienti dal Bel Paese.

 

Il perché di questa grande tradizione? Ci sono molti motivi, uno dei quali è l’importanza rivestita dai locali, siano essi bar, ristoranti, club ecc. La propensione dell’italiano alla socialità, la cura dell’ospite, la convivialità, il gusto, il patrimonio enogastronomico: peculiarità che rendono l’accoglienza uno dei settori più importanti. In Italia i locali sono importanti, per il contesto sociale e per il turismo. Alla stessa maniera, i barman sono figure fondamentali di questo settore.

 

Nonostante l’eccezionalità del momento storico, nel quale il settore della ristorazione è stato vistosamente danneggiato e trascurato, la figura del barman è riuscita a reimporsi nel mondo del lavoro. La conferma arriva dalla moltitudine di richieste da parte di locali e proprietari che si rivolgono a Cercasi Barman.  Dopo un periodo di crisi dovuto dall’emergenza sanitaria, la professione ha ripreso a volare, grazie alla tenacia degli addetti ai lavori.

Le indicazioni sono lampanti: il barman è tornato ad essere una professione che, nonostante la crisi, non conosce crisi.