Formazione, qualifiche e competenze dell’auditor

Formazione, qualifiche e competenze dell’auditor

29.12.2021 Off Di admin

Il valutatore o auditor è una figura indipendente chiamata a valutare i requisiti di una norma o standard di certificazione o requisiti obbligatori.

Riceviamo spesso richieste di qualifiche per auditor e informazioni sulla formazione necessaria. Purtroppo in rete si trova di tutto. Questi quesiti provengono principalmente da ragazze e ragazzi appena laureati, ai quali viene detto che le loro qualifiche per diventare valutatori si basano sul curriculum. Ma non è cosa.

La professione di auditor o valutatore è la professione molto bella e professionale. Tuttavia, questa professione è ancora poco familiare o poco chiara a molte persone, anche se suscita forte fascino e interesse. Oltre ad avere importanti sbocchi professionali.

L’abilità del valutatore è un insieme di fattori. Pregressa formazione ed esperienza specifica. Cerchiamo di chiarire quale è la formazione e le competenze necessarie per i professionisti che vogliono essere qualificati come auditor.

I fattori di qualifica degli auditor comprendono le esperienze presso le organizzazioni, formazione specifica sulle norme e standard di certificazione, e gli organismi di certificazione.

Revisore abilitato: qual è la domanda del mercato?

Ma il mercato di oggi ha bisogno di auditor qualificati? Certamente! Diamo un’occhiata ai motivi per cui i professionisti dovrebbero considerare di investire nella formazione per poter svolgere l’attività di auditor.

  • Oggi il mercato richiede alle organizzazioni di promuovere il miglioramento continuo in termini di coercizione, requisiti contrattuali e definizione degli obiettivi. Per questo motivo, ci affidiamo spesso all’implementazione di sistemi di gestione delle certificazioni standard internazionali volontari, che enfatizzano il rispetto di molti requisiti di tutte le parti interessate;
  • Il rilascio della certificazione deve essere effettuato dall’organismo di certificazione terzo, attraverso professionisti altamente qualificati con capacità ed esperienza di valutazione. Pertanto, gli auditor sono quel personale qualificato responsabile dell’ispezione del “lavoro”;
  • La frammentazione delle norme e degli standard di certificazione richiede un aumento del numero di auditor qualificati. Visitando questa pagina possiamo vedere quante norme e standard di certificazione necessitano di valutatori per poter essere rilasciate: sistemieconsulenze.it . Non solo per il mercato delle ispezioni di terza parte, certificazione. Ma in tutti i processi che richiedono valutatori qualificati per condurre valutazioni interne e audit dei fornitori;
  • Le competenze richieste dai valutatori sono sempre più interessate alle regole e ai dipartimenti dell’ambiente aziendale.

Quindi sì. Investire nella formazione da auditor è un passo economicamente e professionalmente vantaggioso per i professionisti.

Formazione competenze e qualifiche del valutatore

L’audit è un processo sistematico, lo strumento più efficace per un miglioramento continuo, indipendente e documentato per ottenere prove e valutare oggettivamente quali requisiti sono soddisfatti. L’audit è anche un processo di verifica delle procedure organizzative interne.

Affinché questo processo sia utile per la direzione, gli audit devono essere condotti da professionisti competenti e auditor qualificati che abbiano una buona conoscenza degli standard e del background dell’organizzazione.

 

Chiunque abbia capacità e qualifiche da auditor deve essere in grado di pianificare e completare in modo efficace un piano di audit, e superare un’attività che può apportare un elevato valore aggiunto a tutte le parti interessate. Oltre che avere le conoscenze per verificare che l’organizzazione soddisfi i requisiti applicabili e definiti.

Pertanto, se sei un professionista, la formazione da valutatore è uno degli investimenti a cui dovresti pensare per far crescere la tua processione.

Quali caratteristiche dovrebbe avere un auditor?

Chiunque eserciti o intenda esercitare tale professione, o intenda diventare un valutatore, deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • Esperienza e capacità tecniche;
  • capacità di comunicazione;
  • capacità di analisi;
  • Competenze specifiche;
  • Esperienza continua in standard e norme di certificazione, o requisiti obbligatori;
  • Avere esperienza nel campo della società da verificare.
  • Come tutti i professionisti di oggi, i valutatori, devono avere spiccate capacità empatiche e comunicative.
  • Possiamo anche aggiungere capacità analitiche e curiosità alle competenze necessarie per qualificarsi come auditor. Penetra e valuta efficacemente processi e organizzazioni.

Processo di qualifica del valutatore

Il primo passo per diventare un auditor qualificato e condurre il processo di qualifica del valutatore è avere almeno 5 anni di esperienza lavorativa in attività tecniche rilevanti, di cui almeno 2 anni consecutivi nel campo dei sistemi di gestione.

Questa esperienza è il passaggio fondamentale per acquisire familiarità con gli aspetti quotidiani dei sistemi di gestione, delle attività aziendali e dei processi.

Dopo aver maturato un’importante esperienza in azienda, per diventare valutatori qualificati è necessario partecipare al corso di qualifica base, secondo la norma ISO 19011.

I corsi di formazione per auditor devono essere approvati da uno degli organismi di certificazione del personale (ad esempio: CEPAS; KHC, AICQ…). Nel percorso ausiliario delle qualifiche di valutatore, l’auditor deve essere consapevole che le questioni di auditing verranno risolte, come ad esempio:

  • Termini, principi, pratiche e tecniche relative alla gestione della qualità;
  • Norme e documenti normativi sul sistema di gestione per la qualità;
  • Pratiche di gestione aziendale;
  • Ufficio commerciale e background;
  • Prodotti, processi e organizzazioni;
  • Sistemi di certificazione internazionale;
  • Tipologie di verifica;
  • I ruoli, le responsabilità ei principi dell’etica professionale relativi all’immagine dei revisori dei conti e dei responsabili del gruppo di audit;
  • La gestione del piano e programma di audit;
  • Metodi e tecniche per lo svolgimento delle varie fasi delle attività di audit, nonché per la gestione delle riunioni e dei team di audit;
  • Gestione del rischio applicabile all’audit delle SG;
  • I requisiti legali e altri standard applicabili relativi alla salute e alla sicurezza;
  • Responsabilità civile e sanzioni penali relative ai rapporti di audit;

Competenze da auditor: quali dovrebbero essere?

Il corso di formazione per valutatori di sistemi di gestione (qualità, ambiente, energia, sicurezza, sicurezza alimentare, ecc.) si articola in 2 moduli:

Moduli relativi alle regole di audit basate sui requisiti ISO 19011 2018 e ISO/IEC 17021 – la durata è di 16 ore – vedi “FOCUS ON”;

Moduli specifici previsti dalle norme in cui si voglia formarsi (ISO 9001, ISO 14001, ISO 50001, ISO 45001, ISO 22000, …) della durata di 24 ore;

Entrambi i moduli di formazione per auditor terminano con esami e simulazioni. Gli istruttori valuteranno non solo le conoscenze acquisite, ma anche le tecniche ei metodi di verifica per i candidati per diventare auditor qualificati.

I corsi di formazione sono obbligatori per coloro che intendono condurre l’industria per conto dell’organismo di certificazione attraverso un “audit di terza parte”. Anche il personale dell’agenzia di regolamentazione deve ricevere questo tipo di formazione.

Non sono obbligatori, ma sono consigliati per coloro che intendono condurre solo audit di prima o seconda parte, o che hanno responsabilità come i responsabili della qualità. In questi corsi, per l’abilitazione degli auditor, infatti, non solo la teoria delle norme, ma anche la verifica dei requisiti applicabili.

I requisiti delle norme ISO 19011 e ISO 17021 verranno messi in pratica anche nel corso di qualifica per valutatore. La partecipazione al corso di qualifica per auditor sarà anche un’ottima occasione per interagire con altri professionisti o auditor qualificati.

Competenze durante l’audit: cosa sono?

L’esperienza aziendale pregressa, unita alle competenze acquisite dopo il corso di formazione per auditor, sono gli elementi che consentono agli auditor di svolgere la propria attività come professionisti. Nello specifico, insegneranno ai candidati le seguenti abilità:

  • Applicare principi, procedure e metodi appropriati a diversi audit per garantire la coerenza e la sistematicità degli audit;
  • Comprendere l’ambito dell’audit e applicare gli standard pertinenti;
  • Comprendere la struttura, le pratiche commerciali e di gestione dell’organizzazione;
  • Operare nell’ambito dei requisiti legali e contrattuali dell’organizzazione;
  • Utilizzare un linguaggio appropriato a tutti i livelli all’interno dell’organizzazione del cliente;
  • Condurre incontri e colloqui iniziali/finali con i dipendenti;
  • Determinare le leggi, i regolamenti, le direttive, i contratti, le convenzioni nazionali e internazionali relative all’organizzazione;
  • Applicare le regole per lo svolgimento degli audit;
  • Pianificare, condurre audit e comunicare i risultati;
  • Comprendere i requisiti del sistema di gestione e la sua applicazione nelle diverse organizzazioni e logiche organizzative;
  • Comprendere l’ambiente in cui opera l’organizzazione;
  • Utilizzare la terminologia e la tecnologia dipartimentali per diversi SG;
  • Oltre a queste competenze, il leader del gruppo di audit deve possedere anche le seguenti competenze:
    • Capacità di redigere un piano ed un programma di audit;
    • Organizzare e guidare il team di audit;
    • Prevenire i conflitti e risolverli quando necessario.

Auditor qualificato: organismo di certificazione

Ovviamente, per diventare un auditor qualificato, non è sufficiente dimostrare di avere una precedente esperienza nel settore e di aver partecipato con successo al corso di formazione per auditor. Il prossimo passo per chi è interessato alle qualifiche di auditor dovrà mostrarsi all’organismo di certificazione.

Se sei interessato alle qualifiche del valutatore, l’organismo di certificazione analizzerà l’esperienza della formazione degli auditor, degli standard e/o degli standard di certificazione condotti. E il settore a cui appartiene l’azienda.

Se ritenuto sufficiente in sede di revisione delle capacità del valutatore, definirà le regole/funzioni in cui il valutatore può svolgere attività di valutazione. Definisce inoltre il numero di giorni di coaching prima che possano essere considerati auditor qualificati.

Per alcuni sistemi di gestione, questi sono gli elementi delle qualifiche dei valutatori, necessari ma non sufficienti. Esistono infatti alcune normative che richiedono la qualificazione dei valutatori, ovvero i professionisti hanno già testato gli standard e la certificazione delle competenze dipartimentali.

Questo esame di qualifica è una vera attestazione della professione, perché essere un assessore è una professione in sé. Il processo include la certificazione delle competenze, esami scritti e orali. Una volta superati questi due esami, verrai registrato nell’elenco dei revisori del tuo particolare standard e dipartimento.

Il certificato di qualificazione ha validità 3 anni, trascorsi i quali devi dimostrare di aver proseguito l’attività ed effettuare un nuovo esame.

La formazione degli auditor di standard privati, invece, riguarda principalmente la sicurezza alimentare, come i più importanti standard di certificazione, Brc, Ifs, Global Gap, Fssc 22000, Friends of the Sea, Msc, e la formazione degli auditor. questo tipo di formazione Gestito da un TP ufficiale di proprietà o nominato dall’organizzazione.

Qualifica del valutatore food: un mondo diverso

Le competenze necessarie per i valutatori delle norme e standard nell’industria alimentare sono ancora più complicate. Soprattutto per gli standard privati, il processo di formazione e qualificazione include:

  • Istruzione ed esperienza lavorativa, come una laurea in scienze e almeno 5 anni di esperienza lavorativa dimostrabile;
  • Formazione generale e formazione per lead auditor in ambito HACCP legalmente riconosciuto. Entrambi i corsi devono essere condotti e completati tramite esami. Formazione ed esame GFSI;
  • La formazione specifica standard ufficiale può variare da due a cinque giorni. Verifica per proprietà standard;
  • La capacità di dimostrare la categoria. Prova di abilità ed esperienza precedente. A volte è richiesto un test di categoria;
  • Formazione e auditing in loco come osservatori e testimoni di audit o esami, il cui metodo e la cui durata possono variare in base alle specifiche e/o agli standard.

Ti consigliamo, quindi, se sei interessata/o ad intraprendere questa professione, di appoggiarti ad organismi di certificazione titolato. Non ci sono scorciatoie, e come hai potuto leggere, ci vogliono molti anni e duro lavoro per diventare un auditor qualificato.